Chi ha un animale domestico si trova nella condizione di effettuare una scelta importante, ovvero nutrire il proprio amico a quattro zampe con cibo industriale o con un’alimentazione casalinga, cioè con cibi cucinati appositamente per lui in casa. Un consiglio deve essere prima di tutto fornito dal veterinario di fiducia, poiché non siamo in grado di dare una risposta a questo quesito in maniera autonoma. Negli ultimi decenni l’industria alimentare nel comparto animale ha fatto passi da gigante, si è diffusa praticamente a livello mondiale, e i brand che producono cibo per animali sono veramente tantissimi; dai più noti ai meno famosi ma non tutti ugualmente validi.

Conoscere meglio il cibo per i nostri animali

La produzione di alimenti per cani e gatti comprende le crocchette, classificate come cibo secco: sono piccoli bocconi di sostanze agglomerate ed essiccate che gli animali sgranocchiano volentieri. Il primo accorgimento è quello di lasciare sempre vicino a questi alimenti la ciotola con l’acqua o con del latte poiché essendo asciutti possono provocare dei disturbi all’animale che li consuma abitualmente. Oltre alle crocchette, le industrie di alimenti per animali producono anche cibo umido di vario genere; sì va dalla carne mista a verdure, passando per semplici composizioni di carne o pollame, fino agli alimenti a base solo di pesce. Questi alimenti vengono anche arricchiti da liquidi vellutati che possono essere paragonati al brodo o alle creme di verdura che consumiamo noi esseri umani.

Alimentazione industriale o no?

Per quello che riguarda l’alimentazione industriale, il cibo umido è molto importante perché garantisce un apporto maggiore di sostanze nutrienti e di liquidi, ideale soprattutto per i gatti che hanno l’abitudine di bere molto poco. Di conseguenza un’alimentazione “morbida” è sicuramente l’ideale perché come ci insegna la moderna veterinaria il gatto trae principalmente i liquidi da ciò che mangia; a differenza del cane che invece beve molto volentieri dalla ciotola. Il cibo industriale è indubbiamente più comodo, più veloce da somministrare, è ricco di tutti i nutrienti utili ai nostri animali domestici per stare bene. Sia il cibo secco che il cibo umido vengono sempre arricchiti da vitamine e sostanze proteiche, per questa motivazione possiamo dire che l’alimentazione casalinga non è proprio sconsigliata ma è praticata da pochissime persone che affidandosi all’alimentazione casalinga somministrano ai propri animali gli avanzi dei loro pasti o comunque cibo casalingo cucinato apposta per loro.

Avanzi di cucina: un veleno per i nostri quattro-zampe

Possiamo affermare quindi che l’alimentazione pronta ad oggi è quella più indicata. Decisamente sconsigliato nutrire i nostri amici a quattro zampe con gli avanzi dei nostri pasti: noi umani consumiamo grassi e sodio che sono due sostanze considerate decisamente dannose per la salute degli animali, il cui organismo è molto diverso dal nostro. Differenze che sono evidenti anche nell’apparato digerente: anche se abbiamo l’impressione che il nostro cibo li rende felici, se vogliamo veramente bene ai nostri animali dobbiamo assolutamente evitare questa pratica.

Carne e pesce: fondamentali per Micio e Fido

E’ molto meglio affidarsi all’alimentazione industriale, badando però di comprare i prodotti migliori, certificati e qualificati, che non contengano sostanze che possono far male al nostro cane o al nostro gatto. Dobbiamo ricordare che quando decidiamo di tenere un animale con noi dobbiamo fare in modo che viva bene e che stia in salute. Tenendo presente che sia il cane che il gatto sono carnivori e la loro alimentazione deve essere basata sul consumo di carne e pesce; questo concetto ristretto però possiamo dire che è applicabile solo il gatto, poiché nel corso dei secoli è l’unico animale domestico che è rimasto fedele alla sua alimentazione originaria.

Evitare di dare agli animali dolci e cibi salati

Infatti mentre il cane consuma volentieri anche frutta e verdura, al gatto è impossibile somministrarne, anche mescolata ad altri cibi. Per i cani invece la situazione è differente: nel corso dei secoli il loro apparato digerente si è modificato, e così anche i loro gusti, proprio per l’abitudine dell’uomo di nutrire questo animale domestico con i propri avanzi. Bisogna sempre tenere presente che ci sono cibi velenosi per il cane, soprattutto i dolci che portano infiammazioni e malfunzionamento del fegato.

Cucinare con cura per gli animali

Parlando dell’alimentazione casalinga è assolutamente necessario sottolineare che se si decide di alimentare il proprio animale domestico in questo modo bisogna attenersi a delle regole ben precise, perché non è sufficiente buttare in pentola qualsiasi cosa si raccoglie dal frigorifero, o fornire avanzi e cibi che non abbiamo consumato. Se è necessario consultare le scadenze e la freschezza degli alimenti per noi essere umani, questo deve essere ben presente e valido anche per gli animali domestici. Non vanno somministrati avanzi che giacciono nel frigorifero da troppi giorni, non bisogna dare da mangiare cibi troppo grassi né troppo salati; evitare assolutamente la somministrazione di dolci e formaggi.

Affidarsi al pet food

Preparare il cibo al cane deve essere un’azione fatta con scrupolo di coscienza, come se si cucinasse per un neonato, bisogna stabilire una dieta bilanciata per il nostro cane, a base di carne, pesce, uova, verdure, e cereali. Quando prepariamo il cibo per Fido non dobbiamo aggiungere sale, né nessun altro tipo di condimento, gli alimenti vanno somministrati al cane ben cotti; al massimo per favorire la digestione è concesso un filo di olio di oliva. Dobbiamo fare un esame di coscienza onesto e se il risultato è che non abbiamo tempo o pazienza per curare l’alimentazione del nostro animale domestico è sicuramente preferibile affidarsi al pet food; scegliendo le qualità migliori sia di crocchette che di cibi umidi.

Mangimi di qualità

Devono essere mangimi di buona qualità che contengono realmente la carne e il pesce, in dosi equilibrate. Il cibo per i nostri animali deve contenere anche la giusta dose di vitamine, sali minerali e aminoacidi; soprattutto nell’alimentazione del gatto. Inoltre bisogna anche imparare ad acquistare il cibo per il nostro animale domestico, ovvero bisogna tenere in considerazione le sue caratteristiche (è un cucciolo? E’ una femmina in gravidanza? E’ sterilizzato/a? Ha pelo lungo o pelo corto?). Senza dimenticare che ci sono animali che hanno bisogno di un’alimentazione particolare per riprendersi da una malattia o da un operazione chirurgica.

Affidarsi ad esperti dell’alimentazione per animali

Se scegliamo il tipo giusto di alimento il nostro animale domestico ne trarrà vantaggio perché oggi in commercio esistono mangimi che sono anche in grado di aiutare gli animali con i loro problemi di salute (diabete, allergie alimentari, problemi renali e disturbi intestinali). Se scegliere il cibo per i nostri animali di casa risulta difficile possiamo affidarci ad esperti come ad esempio https://www.dogbauer.it dove troveremo consigli e prodotti di elevata qualità.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

19 + 1 =