Home / Consigli / Gatti e dispetti, come educare un gatto dispettoso
Gatti e dispetti, come educare un gatto dispettoso

Gatti e dispetti, come educare un gatto dispettoso

Qualche suggerimento utile per educare il gatto dispettoso e migliorare la convivenza animale e uomo, dal mangiare le piante di casa, graffiare il divano, pipì per casa e svegliarsi di notte: perché il nostro pet lo fa? Dispetti e richieste attenzione del nostro animale domestico.

Gatti e dispetti, come calmare un gatto dispettoso

Anche se il nostro pelosetto lo adoriamo, alcune volte il nostro gatto riesce davvero a farci perdere la pazienza con i suoi dispetti e quegli atteggiamenti così sfrontati. Niente panico: spesso le marachelle che combina sono richieste di attenzione che possono essere risolte con dei semplici accorgimenti.

Il gatto dispettoso mangia le piante di casa

Chi ha il pollice verde, vede spesso dopo tanta fatica l’incursione di un gatto dispettoso che ha avuto l’idea di mordicchiare tutte le foglioline, comprese le gemme appena spuntate. Esiste una soluzione, e si chiama mettere qualche grano di pepe nel vaso della pianta.

Il nostro pet dovrebbe esserne infastidito e girerà così alla larga dal tanto sudato angolo verde. Attenzione, però: mangiare l’erba gatta è un’esigenza impellente per i gatti, che ne hanno bisogno per ripulirsi lo stomaco dai boli di pelo e può capitare che in alcuni vasi cresca spontaneamente.

Per fargli perdere l’abitudine di saltare da un vaso all’altro , si può coltivare dell’erba gatta apposita per queste bestiole. Basta seminarla in un vaso basso e mettergliela a portata di zampa quando è cresciuta 8 non prima, si mangiano anche le radici). Con un po’ di pazienza, comincerà a mangiare quella e lascerà in pace le amate piante e lo si avrà educato a comportarsi meglio.

Dispetti gatto e divano graffiato

Divani e poltrone sono diventate la preda preferita del nostro amico a quattro zampe?

Anche in questo caso, si tratta di un suo bisogno ancestrale da soddisfare: farsi le unghie. I gatti infatti hanno le unghie retrattili, cioè non si intaccano quando camminano e emergono solo quando servono.

Per mantenerle affilate e pulite, devono graffiare qualche superficie, così il lato più esterno e consumato si stacca, per lasciare spazio a quello nuovo. Se il micio è un cucciolo, è bene abituarlo all’uso del tiragraffi.

E’ bene comprarlo alto e robusto, in modo che questo attrezzo duri nel tempo. Se il gatto è adulto, introdurlo a questo strumento sarà difficile, ma non impossibile. Inoltre, si può iniziare a spuntargli gli artigli con la tronchesina senza toccare i capillari.

E’ bene quindi tagliare solo la parte bianca e non quella rosata. Meglio però acquistare un tiragraffi e piazzarlo vicino al divano, alla poltrona o al divano che il micio dispettoso ha preso di mira. Un altro tentativo prevede l’utilizzo di dissuasori; in commercio ne esistono molti e in tanti ne hanno rimarcato l’efficacia. Basta spruzzarli nelle zone interdette e il nostro pet ne starà ben lontano.

Gatto dispettoso e pipì in giro per casa

L’urina del gatto emana uno degli odori più nauseabondi e, se rilasciata in luoghi poco consoni, sono veramente guai. Se il micio ha preso l’abitudine di fare la pipì sul letto o sul divano, può darsi che stia manifestando uno scontento.

Spesso succede infatti dopo il rientro dalle ferie, specialmente se hai lasciato solo il tuo amico a quattro zampe o in custodia presso amici, parenti o in una pensione, oppure quando in casa entra un altro animale, che è percepito subito come un rivale.

Si tratta quindi di un vero e proprio dispetto che il tuo gatto fa perché si sente offeso o tradito. Ma può anche essere un problema di salute, quindi è bene prima portarlo dal veterinario, poi, appurato che si tratta solo di dispetti, impedirgli di accedere alla camera da letto o al soggiorno.

Poi, cercare di tranquillizzare l’animale domestico, magari anche cambiando la posizione della lettiera.

Essa deve stazionare in un luogo riparato, lontana dal cibo e dai luoghi con rumori forti. Inoltre, assicurarsi che sia pulita, perché come noi umani non gradiamo un bagno lurido, i felini non gradiscono la sabbietta sporca. E il suo malcontento è palese se fa i bisogni fuori, ma vicino ad essa.

Dispetti del gatto: svegliarsi di notte

Il micio dorme tutto il giorno, e si scatena la notte, proprio quando il padrone vuole dormire? Il gatto è un animale notturno, un predatore che al calar del sole si mete a girovagare ed esplorare, perché il suo istinto dice così: attaccare le prede, anche se sono le sue palline e i suoi pupazzetti a forma di topo.

Non si può pretendere che il nostro pet cambi solo perché vive in un appartamento, ma si può far stancare il micio tenendolo impegnato tutta la giornata. Infatti, di giorno si annoia e dorme e per questo arriva alla sera molto carico. Si può giocare con lui la sera, prima della nanna, in modo che possa sfogare le sue energie.

Alcuni cercano di cambiare la routine dell’animale domestico: di solito, gioca, caccia, mangia e dorme, ma non tutti i felini seguono questo schema.

Molto meglio dargli attenzione e giocare piuttosto che ritrovarsi un animale dispettoso sul letto che miagola che vuole uscire di casa!

Mondo Gatti: Elisabetta Coni

Elisabetta Coni
Content writer esperta dal mondo degli animali ed amante dei gatti mi presto volentieri a diffondere Notizie dal mondo degli amici a quattro zampe.

Leggi anche...

San Valentino 2018 gatti, cosa regalare il 14 febbraio

San Valentino 2018 gatti, cosa regalare il 14 febbraio

Regali San Valentino 2018 per animali domestici, cosa regalare il 14 febbraio 2018 a Fido …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.