Home / Preparativi / Adottare o comprare un gatto? Astenersi se…
adottare o comprare gatto

Adottare o comprare un gatto? Astenersi se…

Gli animali non sono giocattoli: piccolo esame di coscienza prima di compiere il grande passo

Deciso di prendere un gattino tutto fusa e morbidezza? Si è comprata una casa più grande e si vuole il felino che i propri genitori hanno sempre negato quando si era piccoli? La compagnia di un micio gioverebbe sicuramente ai bambini, visto che molti studi dicono che un pet è sano ed educativo? Fermi tutti, perché adottare o comprare un gatto è una cosa seria e necessita una sorta di esame di coscienza prima di fare qualcosa di avventato e rendere la vita del cucciolo un vero e proprio inferno. E la dimostrazione si vede per le strade e nei gattili, ovvero poveri micetti falciati dalle auto perché hanno inavvertitamente attraversato la carreggiata o per essere stati abbandonati: i padroni hanno scelto il relax invece che il loro amico felino.

I motivi per cui non bisogna adottare o comprare gatti

Adottare o comprare poco importa, in questo caso. Gli animali non sono peluches, meritano di essere trattati con rispetto e cura, proprio come un membro della famiglia, anche se non sono dotati di pedigree o non sono di razza pregiata. Anche se i felini sembrano animali indipendenti, ogni componente del nucleo familiare deve essere consapevole che un gattino è una responsabilità. Per questo, qualora si risponda negativamente anche a una sola delle domande, bisognerà rimandare l’adozione.

Puoi mantenere economicamente un gatto? Ebbene sì, i felini costano: veterinario, cibo secco e umido adatto all’età del gattino, lettiera, tiragraffi, accessori per l’igiene non devono mancare mai.

Ci sono bambini con meno di 5 anni? Adottare o comprare un gattino e farlo crescere come un fratello vicino ai propri bimbi è bellissimo, ma umani e felini comunicano in maniiera differente e capiterà spesso che uno o l’altro non doserà bene a forza mentre staranno giocando. Bisogna essere pronti ad intervenire.

Ci tieni troppo alla casa e al divano? Se ordine e pulizia regnano incontrastati in casa, bisogna mettere in conto che un gattino, proprio come un bambino piccolo, porterà scompiglio. Assicurarsi che il felino abbia un tiragraffi per farsi le unghie, sennò si può dire addio a tappeti e divani.

Pensi di far rimuovere al micio i suoi artigli per risolvere ogni problema? Prima di pensare al declawing del gatto, perché non provare ad amputarsi una falange con una mannaia? Praticamente, è lo stesso dolore che costantemente proverà il cucciolo una volta rimossi gli artigli. Il gatto diventerebbe depresso e si lascerebbe addirittura morire.

Chi si occuperà del cibo, della pulizia della lettiera e a fargli compagnia? I padroni di gatti non si concedono una vacanza finché non trovano una persona fidata che possa prendersi cura del micio. Se si è costretti a viaggiare spesso per lavoro e si rischia di fare tardi qualche volta, meglio chiedere aiuto a parenti e amici.

Si è disposti ad essere la famiglia del proprio gatto? Farà i capricci, sarà scontroso e non calcolerà nessuno di striscio, ma chissà come mai quando vede il suo punto di riferimento, il gatto si trasforma in un batuffolo coccoloso e pure geloso.

Economicamente parlando, si è pronti ad affrontare le spese veterinarie extra? Anche ai mici capita di ammalarsi e le cure mediche devono essere pagate. E’ un aspetto da considerare.

Si è pronti a tenere il gatto dentro casa? Adottare un micio vuol dire proteggerlo dai pericoli: se si vive in una grande città e, per giunta, in un appartamento, di certo l’animale non può vivere ogni giorno sul balcone o peggio, in strada. Diverso il discorso della campagna, ma deve essere un ambiente sicuro. Inoltre, pulci e zecche sono parassiti da non sottovalutare: sia per i felini cittadini e campagnoli, collarino o spot-on per scongiurare il pericolo di infestare coperte e tappeti di casa.

Casa è grande o piccola? Intendiamoci: per adottare o comprare un gatto non servono spazi immensi stile saloni dei castelli: va benissimo anche un monolocale, a patto che l’animale sia stimolato in continuazione. Il padrone dovrà giocare con lui, specie se il gattino è piccolo, per stimolare in lui l’istinto da predatore. Farlo dormire sul letto o sul divano è certamente controproducente.

Ultima raccomandazione: adottare o comprare? I gattili sono pieni di piccoli mici che vogliono solo un po’ di amore e d’affetto, e in Italia ci sono ottimi allevatori. Possiamo dire che chi vuole partecipare alle mostre feline e vuole un esemplare con pedigree, può rivolgersi agli allevamenti certificati, ma se lo scopo è quello di regalare amore, meglio trovare un gattino, un gatto adulto o un gatto anziano nei rifugi. E, per concludere: qualora la risposta è stata negativa a una o più domande, perché non fare volontariato in un gattile per soddisfare la voglia di felino? Si darebbe una mano e inoltre ci si sentirebbe “mamma” o “mammo” di tanti mici!

 

 

Mondo Gatti: Elisabetta Coni

Elisabetta Coni
Content writer esperta dal mondo degli animali ed amante dei gatti mi presto volentieri a diffondere Notizie dal mondo degli amici a quattro zampe.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.