Home / Razze di gatti / Gatti a pelo lungo / Gatto Maine Coon: carattere e prezzo
Maine Coon: colori gatto, carattere e prezzo

Gatto Maine Coon: carattere e prezzo

Il gatto Maine Coon fa parte di una razza di origine nord americana, precisamente della regione del Maine, di cui è diventato anche il felino ufficiale.

Letteralmente, il nome Maine Coon significa Procione del Maine a causa della sua coda simile al un procione. In inglese, viene anche soprannominato Racoon, ovvero orsetto lavatore, poi abbreviato in Coon.

Ci sono diverse leggende che ricostruiscono la storia del gatto Maine Coon: la più diffusa sulle sue origini è quella di essere un incrocio tra una lince e un orsetto lavatore per via delle sue caratteristiche fisiche, ovvero grandi e pelose orecchie decorate con ciuffi e una coda grossa e inanellata.

Un’altra leggenda dice che è un esemplare dei sei gatti d’Angora e che la regina Maria Antonietta, durante la Rivoluzione Francese, avrebbe preso diversi esemplari di questi felini e li avesse messi in salvo inviandoli proprio nel Maine.

La spiegazione più plausibile è che il Maine Coon sia un incrocio tra gatti a pelo corto e gatti a pelo lungo d’oltremare diretti progenitori della razza Norvegese delle Foreste.

Probabilmente, alcuni esemplari sono sbarcati con i Vichinghi attorno all’anno Mille e abbiano iniziato la loro carriera in America facendo da acchiappa-topi e mischiandosi con le altre razze di gatto.

La prima segnalazione si ha nel 1861, ma in Italia si dovrà aspettare il 1986 e da allora questo esemplare di razza è molto ambito da chi si intende di esposizioni feline. Di seguito, le caratteristiche, i colori ammessi, il carattere, le cure e il prezzo di un esemplare di gatto a pelo lungo.

Maine Coon: caratteristiche e colori

Un gatto Maine Coon si riconosce dalla sua imponenza: tra le caratteristiche fisiche, quella che salta agli occhi sono i suoi 7-11 kg del maschio e i 5-7 kg della femmina.

Questo perché come costituzione è forte e muscolosa, ma anche agile ed equilibrato, virtù che serve per adattarsi ad inverni rigidi. Il freddo lo combatte con un mantello lucido, pesante e resistente all’acqua: il pelo non si annoda perché ha una naturale untuosità e questa caratteristica del manto non è di tutte le razze.

Il felino Maine Coon presenta un pelo più lungo sullo stomaco e sulle gambe posteriori, mentre è più corto sulla parte posteriori e sul collo. Anche la coda ha una funzione antifreddo, in quanto si presenta lunga e folta, comoda per avvolgerla intorno al corpo e proteggersi dal gelo.

Le orecchie sono più pelose all’interno e sulle punte, allo scopo di migliorare l’udito. Gli occhi del gatto Maine Coon sono grandi, come le zampe che sono anche rotonde con ciuffi di pelo.

I colori ammessi per questa razza di gatto sono tutti tranne il Chocolate, il Cinnamon, il Lilac, il Fawn in qualunque combinazione e fattore colourpoint.

Maine Coon: carattere e comportamento

Un felino di razza Maine Coon è abituato all’aria aperta, ma si adatta anche in casa se ha spazi sufficientemente ampi o che può sfogare il suo carattere giocherellone, attivo e curioso.

Questa razza vanta altre caratteristiche di comportamento, come essere abitudinario e ideale per stare in compagnia di anziani e bambini.

Questo gatto a pelo lungo non è mai aggressivo e tende ad interagire con altri animali senza aprire le ostilità non ostante la stazza imponente e il portamento maestoso.

Il miagolio acuto e flebile non sono lamenti, è un gran chiacchierone e “parla” in continuazione.

Maine Coon: cure e alimentazione

Questa razza specifica di felini non necessita di cure eccessive, ma è d’obbligo curare l’alimentazione. Per il pelo, è sufficiente spazzolarlo e fargli il bagno.

Niente paura, il Maine Coon è uno dei pochi gatti che ama l’acqua, ma è fondamentale asciugare perfettamente il manto.

Questo gatto ha molto appetito, ma i pasti devono essere equilibrati e sani e integrando il cibo umido e il cibo secco con degli integratori.

Gatto Maine Coon: prezzo

Il prezzo di un gatto Maine Coon da compagnia può essere di circa 800 euro, mentre il costo di un esemplare da riproduzione o esposizione può raggiungere anche 1.500 euro.

Queste cifre variano da allevatore ad allevatore, anche perché non tutti gli esemplari sono perfetti. Inoltre, l’età gioca un ruolo fondamentale, ma anche la presenza degli standard di razza e la presenza o meno del pedigree.

Mondo Gatti: Elisabetta Coni

Elisabetta Coni
Content writer esperta dal mondo degli animali ed amante dei gatti mi presto volentieri a diffondere Notizie dal mondo degli amici a quattro zampe.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *